Il Servizio Elettrico Nazionale: Perché Chiude, Tariffe e Contatti

Annuncio: Servizio Gratuito. 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Annuncio: Servizio Gratuito. 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Sommario: Il Servizio Elettrico Nazionale (SEN) è un Fornitore di Gas e Luce che opera nel mercato italiano. In questo articolo troverai i contatti più importanti, le offerte gas e luce e  informazioni sull’Area Clienti.

Tratteremo, inoltre,  la chiusura del SEN, quali saranno le conseguenze per i consumatori e come possono gestire la transizione verso un nuovo fornitore.

Se sei un cliente del Servizio Elettrico Nazionale o semplicemente sei interessato a conoscere le implicazioni di questa chiusura, continua a leggere per ottenere tutte le informazioni necessarie per prendere decisioni informate riguardo alla tua fornitura di energia elettrica.

Contattare il Servizio Elettrico Nazionale

Se hai bisogno di contattare il Servizio Elettrico Nazionale (SEN), gestore di rete nazionale per l’energia elettrica in Italia, ci sono diverse opzioni a tua disposizione. 

Puoi contattare il Servizio Elettrico Nazionale chiamando:

CONTATTI SERVIZIO ELETTRICO NAZIONALE
Tipo di Contatto Numero Orari di Attività
Numero Verde SEN (da rete fissa) 800 900 800 Lunedì – Domenica, 07:00 – 22:00
Numero Verde SEN (da rete mobile) 199 50 50 55 Le tariffe variano a seconda dell’operatore telefonico
Fax Servizio Elettrico Nazionale 800 900 150 Orario non specificato
Numero Verde SEN dall’estero +39 02 30172011 Lunedì – Domenica, 07:00 – 22:00 (festività escluse)

In alternativa puoi optare per le seguenti modalità di contatto:

  • Area Clienti disponibile effettuando il login.
  • Sito ufficiale del Servizio Elettrico Nazionale.

In ogni caso, il servizio clienti del SEN sarà in grado di fornirti informazioni sulle tariffe, gli allacciamenti, i contratti e rispondere alle tue domande relative alla fornitura di energia elettrica.

L’Area Clienti del Servizio Elettrico Nazionale: Istruzioni per l’accesso

Per ottenere informazioni sulla tua fornitura, attivare servizi, apportare modifiche ai dati o inviare richieste, puoi accedere alla tua Area Cliente dedicata. L’accesso all’Area Cliente è disponibile per tutti i clienti che hanno attivato almeno una fornitura con il Servizio Elettrico Nazionale e possiedono un Numero Cliente.

Il Numero Cliente,

composto da nove cifre, può essere trovato sulla prima pagina della tua bolletta. Nel caso in cui tu non abbia ancora ricevuto la tua prima bolletta, il Numero Cliente può essere trovato anche sulla documentazione contrattuale che ti è stata inviata e che ci hai restituito. Ad ogni modo ti ricordiamo che sarà necessario fornire il Numero Cliente solo durante il primo accesso.

Per effettuare l’accesso, accedi alla homepage e inserisci il tuo indirizzo email e la password. Durante il primo accesso, ti verrà richiesto di registrarti inserendo i tuoi dati tramite una procedura guidata.

Per completare la registrazione, ti sarà richiesto di validare l’account cliccando sul link contenuto nella mail di conferma che riceverai. Tieni presente che il link avrà una validità di 48 ore, dopodiché dovrai effettuare una nuova registrazione. Per confermare la registrazione, dovrai inserire il tuo numero di cellulare, a cui verrà inviato un SMS contenente un codice OTP da utilizzare per attivare il tuo account.

Nell’Area Cliente avrai accesso a varie informazioni importanti, ad esempio:

  • Verifica dei dati della tua fornitura e dei tuoi recapiti
  • Informazioni dettagliate sul tuo contatore
  • Controllo dello stato dei pagamenti
  • Possibilità di scaricare una copia della bolletta
  • Visualizzazione dello stato delle tue richieste al Servizio Elettrico Nazionale

Inoltre, potrai effettuare altre operazioni in pochi clic, come:

  • Modifica dei tuoi dati personali e alcune condizioni di fornitura (potenza, tensione, modalità di pagamento)
  • Verifica e comunicazione dei consumi del tuo contatore
  • Pagamento delle bollette tramite carta di credito o PayPal
  • Attivazione di servizi utili come Bollett@Online e Infowatt
  • Richiesta di voltura

Assicurati di sfruttare appieno le funzionalità disponibili nella tua Area Cliente per semplificare la gestione della tua fornitura e ottenere tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Le Principali Offerte del Servizio Elettrico Nazionale

In merito alle tariffe del Servizio Elettrico Nazionale, vogliamo segnalarti che queste variano in base alle fasce orarie si applicano al costo di fornitura di energia elettrica per locali utilizzati come abitazioni familiari o collettive. Le distinzioni sono le seguenti:

  • Tariffa Bioraria del Servizio Elettrico Nazionale
  • Fascia unica con tariffa monoraria del Servizio Elettrico Nazionale

Ecco quali sono i prezzi:

  • Monoraria Residente:0,116090 €/kWh*
  • Bioraria Residente F1:0,124020 €/kWh*
  • Bioraria Residente F23:0,124020 €/kWh*
  • Monoraria non Residente:0,116090 €/kWh*
  • Bioraria non Residente F1:0,124020 €/kWh*
  • Bioraria non Residente F23:0,112450 €/kWh*

Continua a leggere il nostro articolo per scoprire tutto sulla voltura luce SEN.

Il SEN e la fine del Mercato Tutelato: Che cosa succede adesso?

Con l’avvento della fine del Mercato Tutelato, il Servizio Elettrico Nazionale continuerà a operare, ma con un ruolo diverso. In questi punti, ti spieghiamo cosa succederà:

  1. Fine del Mercato Tutelato: il Mercato Tutelato per l’energia elettrica è stato chiuso il 1° gennaio 2024. Questo significa che i clienti, sia domestici che non domestici, non potranno più avere un contratto di fornitura con il Servizio Elettrico Nazionale nel regime di tutela.
  2. Passaggio al Mercato Libero: i clienti dovranno scegliere uno dei fornitori presenti sul Mercato Libero per continuare a ricevere l’energia elettrica. Nel Mercato Libero, i fornitori offrono una varietà di offerte e tariffe diverse, consentendo ai clienti di selezionare quella più adatta alle proprie esigenze.
  3. Scelta del Fornitore: i clienti avranno la libertà di scegliere il proprio fornitore di energia elettrica. Possono valutare le offerte disponibili, le tariffe, i servizi aggiuntivi e altri fattori per prendere una decisione informata. È consigliabile confrontare diverse proposte per ottenere il miglior rapporto qualità-prezzo.
  4. Ruolo del SEN: nonostante la fine del Mercato Tutelato, il Servizio Elettrico Nazionale continuerà a esistere e a svolgere un ruolo nel settore energetico. Tuttavia, il suo focus sarà principalmente sul supporto e l’assistenza ai clienti nel passaggio al Mercato Libero. Il SEN fornirà informazioni, risposte alle domande e supporto per agevolare la transizione.
  5. Benefici del Mercato Libero: Il Mercato Libero offre diverse opportunità ai clienti. Possono accedere a una maggiore varietà di offerte, tariffe più competitive e servizi personalizzati. Inoltre, possono cambiare fornitore in qualsiasi momento senza restrizioni.


Ad ogni modo, ti ricordiamo che è importante notare che i dettagli specifici e le scadenze possono variare a seconda del paese e delle normative locali. È consigliabile contattare il Servizio Elettrico Nazionale o altri fornitori energetici per ottenere informazioni aggiornate sulle procedure e le opzioni disponibili.

Il Servizio Elettrico Nazionale: Che cos’è?

Per iniziare, il Servizio Elettrico Nazionale (SEN) è l’ente responsabile della fornitura di energia elettrica sotto il regime di Maggior Tutela nelle aree in cui E-distribuzione è il distributore di energia. Nello specifico, le condizioni economiche e contrattuali del servizio di Maggior Tutela sono stabilite dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA). Inoltre, questo servizio è rivolto principalmente ai clienti domestici.

Il SEN, appartenente al Gruppo Enel, è stato istituito nel 2007 in conformità alla legge 125/2007. Inizialmente noto come Enel Servizio Elettrico, nel 2015 è stato rinominato Servizio Elettrico Nazionale in base alla delibera 296/2015/R/COM, che richiedeva alle società affiliate dei gruppi energetici di adottare una denominazione sociale e un marchio distinti nel caso in cui operassero nei mercati Libero e di Maggior Tutela.

Tuttavia, a seguito della decisione del governo italiano di eliminare definitivamente il regime di maggior tutela, è prevista la chiusura del Servizio Elettrico Nazionale nel gennaio 2024. Per sapere perché il Servizio Elettrico Nazionale chiude, continua a leggere il nostro articolo.

Che differenza c’è tra il Servizio Elettrico Nazionale ed Enel Energia

Come accennato precedentemente, il Servizio Elettrico Nazionale e Enel Energia sono due entità distinte all’interno del Gruppo Enel che operano nel settore dell’energia elettrica in Italia. Ecco le principali differenze tra i due:

  • Regime di fornitura: il SEN gestisce il servizio di maggior tutela, che è il regime di fornitura regolamentato dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) e si applica principalmente ai clienti domestici. Enel Energia, d’altra parte, opera nel mercato libero dell’energia elettrica, offrendo diverse tariffe, piani e offerte per i clienti sia domestici che aziendali.
  • Tariffe e condizioni contrattuali: nel servizio di maggior tutela gestito dal SEN, le tariffe e le condizioni contrattuali sono regolate dall’ARERA e sono standardizzate per garantire una maggiore tutela dei consumatori. Nel mercato libero, Enel Energia può offrire una maggiore varietà di tariffe e opzioni contrattuali, spesso personalizzate in base alle esigenze specifiche dei clienti.
  • Modalità di contatto e assistenza: per quanto riguarda il contatto e l’assistenza, il SEN fornisce un numero verde gratuito e altri canali di comunicazione per i clienti che desiderano contattarli per informazioni, segnalazioni o assistenza. Enel Energia, come fornitore nel mercato libero, offre servizi di assistenza clienti simili ma può avere anche una maggiore disponibilità di canali di contatto, come ad esempio un’app mobile o un’area clienti online più avanzata.
  • Opzioni di scelta: nel regime di maggior tutela, i clienti non hanno molte opzioni di scelta e sono vincolati a utilizzare il servizio fornito dal SEN o da altri fornitori che operano nello stesso regime. Nel mercato libero, i clienti hanno la possibilità di scegliere tra diversi fornitori, inclusa Enel Energia, e possono confrontare le offerte, le tariffe e i servizi offerti per trovare la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

In sintesi, la differenza principale tra il Servizio Elettrico Nazionale e Enel Energia risiede nel regime di fornitura, nel tipo di tariffe e condizioni contrattuali offerte, nonché nella possibilità di scelta e personalizzazione offerta nel mercato libero.

Da Enel Servizio Elettrico a Servizio Elettrico Nazionale

Se hai necessità di capire come passare praticamente da Enel Energia a Servizio Elettrico Nazionale, sei nel posto giusto. Di seguito, ti forniremo un esempio concreto su come procedere per il cambio di fornitore verso SEN.

Per effettuare questo passaggio,

è sufficiente contattare direttamente il Servizio Elettrico Nazionale e fornire loro tutti i dati necessari per completare la transizione. Sarà poi compito del Servizio Elettrico Nazionale mettersi in contatto con Enel Energia (o con il tuo attuale fornitore) per comunicare il cambio di fornitura con un preavviso di 30 giorni.

Una volta entrato in contatto con il Servizio Elettrico Nazionale, comunica la tua intenzione di passare a loro, assicurandoti di fornire tutti i dati richiesti. Naturalmente, se desideri passare da qualsiasi altro fornitore energetico a Servizio Elettrico Nazionale, puoi seguire le stesse indicazioni fornite in precedenza, valide non solo per Enel Energia ma per tutti i fornitori energetici presenti nel mercato libero.

Se invece vuoi sapere come dimostrare pagamento bolletta al SEN, o conoscere tutte le tariffe del Servizio Elettrico Nazionale, dai uno sguardo alle nostre guide dedicate.

Voltura, Subentro e Allaccio col Servizio Elettrico Nazionale?

Quando si tratta di voltura luce, subentro o allaccio luce, il Servizio Elettrico Nazionale (SEN) svolge un ruolo importante. Di seguito, ti illustriamo nel dettaglio tutte le procedure:

  • Voltura: è l’operazione che consente di trasferire la fornitura di energia elettrica da un intestatario a un altro, per esempio nel caso in cui tu abbia acquistato o affittato un appartamento e desideri attivare un nuovo contratto di fornitura di energia elettrica a tuo nome. Per completare il contratto, dovrai restituire la documentazione  inviata dal SEN, seguendo le istruzioni indicate e ricordando di allegare sempre una copia del tuo documento di identità valido.
  • Subentro: permette di prendere in carico una fornitura già esistente. Se sul punto di fornitura (POD) sono presenti morosità relative a precedenti intestatari, non ti sarà richiesto di pagare le morosità pregresse.
    Per effettuare un subentro quando il contratto è stato terminato dal precedente intestatario, puoi seguire le indicazioni presenti sul sito ufficiale del Servizio Elettrico Nazionale.
  • Allaccio: riguarda l’attivazione di una nuova fornitura. Se desideri attivare l’energia elettrica per la prima volta nel tuo appartamento, dovrai richiedere una prima attivazione al fine di installare un contatore luce o attivare il servizio nel caso non sia mai stato fatto in precedenza. Per procedere, avrai bisogno di compilare il modulo di adesione, che ti sarà inviato dopo la tua richiesta, e fornire una copia del documento di riconoscimento valido dell’intestatario del contratto o del legale rappresentante (se si tratta di una persona giuridica).

In ogni caso, per tutte e tre le procedure, ricordati di tenere a portata di mano le seguenti informazioni:

  • Cognome, Nome, codice fiscale, recapiti telefonici e email del nuovo intestatario (persona fisica) o ragione/denominazione sociale, codice fiscale e/o partita IVA (persona giuridica).
  • Punto di fornitura (POD).
  • Numero cliente, che puoi trovare sulla bolletta del precedente intestatario o sul contatore elettronico.
  • Titolo abitativo che attesti la proprietà o il regolare possesso dell’immobile, secondo quanto stabilito dalla normativa vigente.
  • Indirizzo di recapito per le bollette, se diverso dall’abitazione/locale da allacciare.
  • Potenza e tensione richiesta, considerando il numero di componenti della famiglia e i principali elettrodomestici da utilizzare.
  • Indirizzo di recapito completo.
  • Eventuali coordinate del conto corrente bancario/postale per la domiciliazione delle bollette.

Per sapere quale procedura fa al caso tuo, tra voltura o subentro, dai uno sguardo al nostro articolo!

Se invece vuoi conoscere le offerte luce, le offerte luce dual, le offerte luce giovani e le offerte luce seconda casa, dai uno sguardo ai nostri articoli dedicati.

In conclusione, il Servizio Elettrico Nazionale (SEN) svolge un ruolo fondamentale nella distribuzione di energia elettrica in Italia, fornendo una serie di servizi essenziali ai consumatori. Attraverso il SEN, è possibile richiedere allacciamenti, volture e subentri, usufruire dell’assistenza tecnica e gestire le bollette.

È importante sottolineare che l’attività del SEN è regolata e monitorata dall’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA), che garantisce la tutela dei diritti dei consumatori e promuove la concorrenza nel settore energetico. Grazie a questa collaborazione tra SEN e ARERA, i consumatori possono beneficiare di un servizio affidabile e trasparente nel settore dell’energia elettrica. Per sapere di più clicca qui.

Chiamaci GRATUITAMENTE per attivare le migliori offerte luce e gas!

Info

Se sei interessato a Servizio Elettrico Nazionale allora potrebbe interessarti anche:

Potrebbero anche interessarti le nostre altre guide sull’argomento:

Domande Frequenti

Che differenza c'è tra Enel e Servizio Elettrico Nazionale?

Come detto precedentemente, Enel è una società italiana che opera nel settore dell'energia elettrica e offre servizi di produzione, distribuzione e vendita di energia. Invece, il Servizio Elettrico Nazionale, è un servizio di fornitura di energia elettrica garantito dallo Stato italiano per garantire l'approvvigionamento elettrico a tutti i cittadini. In breve: Enel è una delle società che partecipa al mercato della fornitura elettrica, ma non è l'unico fornitore, mentre il Servizio Elettrico Nazionale rappresenta l'opzione di fornitura universale garantita a tutti gli utenti.

Cosa succede se si rimane con il Servizio Elettrico Nazionale?

Per i clienti che non sottoscriveranno una offerta del mercato libero dell'energia, quando il Servizio Elettrico Nazionale cesserà gli utenti avranno un nuovo fornitore provvisorio, assegnato tramite un'asta.

Perché chiude il Servizio Elettrico Nazionale?

Il motivo della chiusura del Servizio Elettrico Nazionale è legato alla fine del mercato tutelato e all'obbligo di passare al mercato libero. Il SEN è una società del gruppo Enel Energia che opera esclusivamente nel settore della maggior tutela per clienti domestici e imprese nelle aree servite da e-distribuzione come concessionaria di distribuzione. Tuttavia, va precisato che il Servizio Elettrico Nazionale non chiude definitivamente, ma cesserà di offrire i propri servizi a seguito della chiusura del regime di maggior tutela. Non è ancora chiaro quale sarà il destino del SEN dopo il 2024.

Poiché il mercato tutelato cesserà di esistere nel 2024, il Servizio Elettrico Nazionale dovrà chiudere poiché non potrà più offrire i propri servizi.

Come parlare con un operatore del Servizio Elettrico Nazionale?

Ecco come parlare con un operatore del Servizio Elettrico Nazionale, via telefono scegliendo una delle opzioni che preferisci tra le seguenti:

  • Numero Verde SEN chiamando 800 900 800, disponibile dal Lunedì alla Domenica dalle 7 alle 22 (escluse le festività). Potrai richiedere informazioni per stipula/disdetta contratto, modifica potenza, lettura contatore, info consumi, domiciliazioni, reclami e tanto altro. Se sei una persona sorda, puoi telefonare al Servizio Clienti 800 900 800 con il sistema Pedius, utilizzando l’app dedicata che puoi scaricare facilmente da Play Store e App Store.
  • chiamando dal cellulare il numero 199 50 50 55 al costo applicato dal tuo operatore telefonico, disponibile dal Lunedì alla Domenica dalle 7 alle 22 (escluse le festività).
  • Servizio Clienti per chiamate dall'estero, componendo il numero+39 02 30172011, disponibile dal Lunedì alla Domenica dalle 7 alle 22 (escluse le festività). In questo caso ti ricordiamo che il costo della chiamata è a tuo carico e dipende dal tuo operatore telefonico.

803 500 Numero verde da utilizzare per segnalare un guasto o un pericolo, o per richiedere informazioni su servizi e pratiche di competenza della società di distribuzione e-distribuzione.

Quanto costa un kWh con Servizio Elettrico Nazionale?

Il costo di un kWh con Servizio Elettrico Nazionale può variare a seconda del tipo di tariffa e del piano contrattuale scelto. In generale, il prezzo del kWh può essere influenzato da diversi fattori, come la potenza impegnata, la fascia oraria e le condizioni contrattuali specifiche.

Tuttavia, a causa delle frequenti variazioni dei prezzi dell'energia elettrica nel mercato, è necessario fare riferimento alle informazioni più aggiornate fornite direttamente da Servizio Elettrico Nazionale o consultare il loro sito web ufficiale per ottenere i dettagli specifici sulle tariffe e i costi correnti. A questo proposito è importante tenere presente che le tariffe e i prezzi dell'energia elettrica possono cambiare nel tempo a causa di fattori come il mercato dell'energia, le politiche governative e le fluttuazioni dei costi di produzione.

Cosa succede se non si aderisce al mercato libero?

A partire dal 1° gennaio 2024, avviene il graduale passaggio al mercato libero dell'energia. Questo cambiamento offre vantaggi ai consumatori, poiché possono scegliere le tariffe più convenienti offerte dagli operatori del settore, senza essere vincolati a quelle imposte dall'Autorità nel mercato tutelato. Tuttavia, è obbligatorio effettuare questo passaggio? Cosa succede se non si aderisce al mercato libero?

La legge non prevede sanzioni o interruzioni della fornitura di luce e gas per coloro che non si spostano immediatamente al mercato libero dell'energia mentre il mercato tutelato è ancora attivo. Tuttavia, è importante tenere presente che il mercato tutelato scomparirà gradualmente e, quindi, a un certo punto l'utente dovrà decidere con quale operatore stipulare un nuovo contratto nel mercato libero per continuare a ricevere energia elettrica e gas nella propria abitazione.

In sostanza, coloro che non effettuano il passaggio al mercato libero entro il 1° gennaio 2024 entreranno in un periodo di "transizione", il quale deve ancora essere definito. Ad ogni modo, dovranno valutare rapidamente con quale fornitore sottoscrivere il nuovo contratto nel mercato libero.

Quanto conviene passare al mercato libero?

In linea generale, passare al mercato libero dell'energia può offrire diversi vantaggi come la possibilità di scegliere tra varie offerte e fornitori, ottenere tariffe più competitive e avere maggiori opzioni di gestione dei consumi. Tuttavia, è importante valutare attentamente le offerte disponibili e confrontarle con le condizioni del mercato regolamentato per determinare se conviene effettuare il passaggio.

Aggiornato su 16 Feb, 2024

redaction La Redazione
Redactor

Arianna Lampitiello